Guido Angelozzi e il suo ricordo rossoblù: “Che emozione il trionfo con il Brescello!”

Un passato a tinte rossoblù ed un presente ricco di soddisfazione, al Sassuolo. Guido Angelozzi non ha dimenticato la Samb e i due anni intensi trascorsi in Riviera, sotto la gestione Gaucci. La promozione in Lega Pro ha strappato un sorriso anche a lui. “Sono felice che la Samb sia tornata tra i professionisti. La Lega Pro è il minimo per questa piazza, che meriterebbe almeno la Serie B: auguro alla società di tornare a quei livelli. A San Benedetto c’è passione di calcio, i tifosi sono fantastici, porterò sempre con me le emozioni della mia esperienza in Riviera. Ancora oggi guardo i risultati e mi informo su quello che succede intorno alla Samb”.

Angelozzi non ha dubbi nello svelare il suo ricordo più bello a tinte rossoblù. La cavalcata con Colantuono e Matricciani è stata fantastica. Eravamo in zona retrocessione e siamo riusciti ad arrivare ai playoff, vincendoli. Il trionfo al Tardini contro il Brescello con tutti quei tifosi al seguito è un ricordo da brividi, così come la festa per la promozione in C1″.

Il grande rimpianto, invece, è piuttosto scontato. Tutti ricorderanno quello che è successo nella semifinale playoff di C1 contro il Pescara: fatti gravi che hanno danneggiato la Samb. Ci hanno tolto la possibilità di giocarci la Serie B fino alla fine”.

Il futuro rossoblù con l’avvento della famiglia Fedeli potrebbe regalare grandi gioie ai tifosi. “L’importante sarà non fare mai passi affrettati, seguendo un progetto e portandolo avanti nel tempo. Credo che la società lo stia già facendo, anche perchè vincere un campionato non è mai facile: sono stati tutti molto bravi”.

Per chiudere una battuta sul “suo” Sassuolo, reduce dalla storica qualificazione ai preliminari di Europa League. “Quello fatto dal Sassuolo è un percorso sviluppato negli anni, con serietà e competenza. Ora ci godiamo questo traguardo con l’obiettivo di consolidarci su questi livelli. Siamo una piccola realtà pronta a sfidare i grandi!“.

Complimenti.

 

Commenti

comments