Pazzi: “La Samb è tornata dove merita. Palladini? Valore aggiunto”

Foto Giuseppe Troiani

34 gol in 62 partite con la maglia rossoblù: numeri da bomber vero. Cristian Pazzi ha lasciato il segno alla Samb e con la piazza è stato amore a prima vista. La curva non l’ha mai dimenticato, tanto da omaggiarlo con cori e applausi nell’ultima sua apparizione al Riviera con il Matelica. Roba da brividi.

Lui la promozione in Lega Pro l’aveva raggiunta ma poi tutto svanì per le vicende societarie e le due strade si divisero. Ora però sono davvero felice per tutto l’ambiente intorno alla Samb, che grazie a questo trionfo può finalmente tornare a respirare un calcio che più compete ad una piazza come San Benedetto”. 

Le sue parole sono ancora cariche di affetto, anche quando si parla di Ottavio Palladini. “Il mister, insieme a Gigi Voltattorni, ha dimostrato che a San Benedetto è sicuramente un valore aggiunto. Ha conquistato 3 promozioni in 4 anni, ottenendo anche un secondo posto ad un solo punto dal Teramo. I risultati parlano chiaro”.

Il bomber di Monterubbiano non ha dubbi neanche nello svelare quale partita ricorda con maggiore emozione. “Samb-Fidene, finita 1-0 con gol vittoria di Santoni al 94′. Il boato del Riviera fu qualcosa di unico. Uno spettacolo”.

Pazzi e la Samb, le avventure terminano ma i ricordi restano e l’attaccamento ai quei colori sarà sempre lo stesso.

Commenti

comments