Lega Pro, ecco gli altri club che rischiano di non iscriversi!

Sarà un giugno molto caldo per alcune squadre di Lega Pro. Entro il 30 giugno, infatti, servirà rispondere alle richieste della Covisoc, per mettersi in regola in vista dell’iscrizione al prossimo campionato.

Delle situazioni di Modena e Pavia abbiamo già parlato, ma ci sono altri club a rischio e che vivranno giorni particolarmente importanti. Due esempi? La Carrarese (che dovrebbe essere inserita nel girone della Samb) e l’Akragas.

Per quanto riguarda i toscani, nessuno si è fatto avanti per le prima asta fissata presso lo studio del curatore fallimentare Massimiliano Tognelli. Tutto rimandato al 13 giugno, seconda data utile cui ne seguirà un’altra il 14.

Al momento attuale, il valore del club, sceso del 25% a ogni asta andata deserta precedentemente, ammonta a poco meno di 180mila euro (cui però sono da aggiungere le spese di gestione), ma è destinato a scendere ancora. Occhio perché la mancata iscrizione della Carrarese potrebbe aumentare le chance di ripescaggio del Fano.

Chiare sono state anche le parole del presidente dell’Akragas, Marcello Giavarini. “Per iniziare il nuovo campionato tutti i soci devono formare un fondo cassa per coprire le spese di avvio e per far ciò ci siamo dati tempo fino al 27 giugno. Solamente dopo tale conferimento da parte di tutti i soci avremmo iscritto la squadra al campionato 2016/2017.

Ad oggi, però, nessuno dei soci ha versato la quota necessaria e le voci su nuovi soci e sponsor sono rimaste chiacchiere.

A questo punto io mi chiedo se è il caso per me di restare ad investire soldi e tempo in una città come Agrigento dove a pochi interessano le sorti dell’Akragas.

Una cosa è certa: la possibilità di iscrivere l’Akragas come socio unico è alquanto remota. Chi è interessato si faccia avanti”.

Commenti

comments