Verso la Lega Pro: la situazione di tutte le marchigiane!

L’estate è appena iniziata, ma il conto alla rovescia per il campionato di Lega Pro 2016/2017 è gia partito. Dalla Samb alla Maceratese, passando per l’Ancona: vediamo insieme la situazione delle marchigiane in vista della prossima stagione.

Sembrano davvero lontane per la Samb le estati piene di paura, ansie e rischi a livello societario. Ieri le mancate iscrizioni, i crack economici e la mancanza di progettualità, oggi il calciomercato e la voglia di stupire anche in Lega Pro: il vento e gli argomenti sono finalmente cambiati all’interno dell’universo rossoblù. La famiglia Fedeli ha restituito tranquillità, quello che davvero mancava e da cui si doveva ripartire. Ora sognare è lecito…

Situazione praticamente opposta quella che si sta vivendo ad Ancona. Proprio in questi giorni potrebbe arrivare in casa dorica la sospirata svolta per aprire scenari interessanti in vista del futuro societario. L’ex presidente Sergio Schiavoni terrà due importanti incontri con dei possibili nuovi sponsor che potrebbero dare sostegno al suo progetto. L’annuncio di nuovi soggetti sarebbe decisivo per portare quella ventata di entusiasmo di cui necessita tutto l’ambiente anconetano, timoroso di passare una stagione nel totale anonimato. Intanto mister Cornacchini rimane in attesa di novità, per capire se ci sono i presupposti tali da spingerlo a restare sulla panchina dell’Ancona.

E la Maceratese? Dopo la grande stagione da neopromossa in Lega Pro, è tempo di cambiamenti per i biancorossi. Cristian Bucchi è pronto a salutare (destinazione Perugia), anche se l’annuncio sta slittando a causa degli impegni degli avvocati che non hanno ancora permesso di mettere tutto nero su bianco. La situazione, comunque, dovrebbe sbloccarsi tra la fine di questa settimana e l’inizio della prossima: poi la Maceratese potrà pensare ad annunciare il nuovo tecnico, dando il via alla campagna acquisti. Per la panchina in pole c’è Roberto Bordin (ex Triestina), con Trillini ed Epifani sullo sfondo.

Infine, occhio al Fano. Gli uomini di Alessandrini hanno vinto i play-off del girone F e si trovano in un’ottima situazione riguardo i possibili ripescaggi.  La stagione scorsa il presidente Gabellini si oppose fermamente al versamento della somma di 500 mila euro per la domanda di ripescaggio, ma il Consiglio Federale ha deliberato che la cifrà sarà dimezzata: chissà quindi che quest’anno le cose non cambino!

L’estate sta esplodendo, ma la febbre da Lega Pro è gia alle stelle!

 

 

Commenti

comments