Crescenzo firma e saluta i tifosi: ‘Pochi in Italia come quelli rossoblù”

La firma che (oggi) non t’aspettavi. Daniele Crescenzo è un nuovo giocatore della Samb, come annunciato dalla società rossoblù tramite un comunicato ufficiale:

La S.S Sambenedettese comunica di aver formalizzato l’ingaggio del centrocampista Daniele Crescenzo. La mezzala romana, classe ’93, alta 1,72 m per 67 kg, ha siglato un contratto annuale con la Società di Viale dello Sport. Nella sua carriera, il giovane Crescenzo ha indossato le casacche di Atletico Arezzo, San Cesareo, Nuova Santa Maria delle Mole, Lupa Roma, Rieti (ben 33 presenze e 15 gol), e, nella scorsa stagione, ha assaporato la Lega Pro con la Lupa Castelli Romani, per poi essere ceduto nella sessione invernale del calciomercato al Flaminia Civitacastellana dove, su 18 presenze, è andato a segno 5 volte.

“E’ una grande emozione essere qui-esordisce Crescenzo- perchè non capita tutti i giorni di giocare in una piazza come San Benedetto, per cui cercherò di dare il massimo e di mettermi a completa disposizione di mister Palladini.

Sono emozionato e felicissimo di aver firmato con la Sambenedettese. La cosa che mi fa ancor più piacere è ritrovare, in squadra, alcuni miei ex compagni del Rieti, Sabatino (con cui ha giocato anche a San Cesareo), Pezzotti e Sorrentino, perchè sono ragazzi con i quali avevo legato moltissimo”.

37 gol in 137 presenze in carriera, Crescenzo espone anche le sue caratteristiche in campo. “Le mie caratteritische tecniche sono basate principalmente sulla corsa e la quantità. Alterno il ruolo di mezzala con quello di mediano basso. Non ho preferenze: quel che mi chiederà il mister farò, dando sempre il massimo”.

Il ritiro di Cascia è alle porte: lunedì si inizia a fare sul serio. “Amo lo sport in generale e mi sono sempre allenato durante il periodo estivo, quindi non vedo l’ora di cominciare questa nuova avventura insieme ai miei compagni”.

Chiusura con un messaggio ai suoi nuovi tifosi rossoblù: “Avevo già giocato in passato contro la Samb e quello che regalano loro poche tifoserie in Italia credo che lo facciano. Vedere così tanta gente in Serie D non fa altro che sperare in meglio in Lega Pro. So già che daranno il giusto sostegno ad una squadra già di per sè molto competitiva”.

Commenti

comments