Ancora Gubbio due mesi dopo: la musica è cambiata?

Il direttore sportivo della Samb, Sandro Federico, con mister Palladini

Samb e Gubbio hanno festeggiato la scorsa primavera il ritorno tra i professionisti. Dopo la festa le due squadre si sono scontrate nella Poule Scudetto dove gli umbri sono sembrati più pimpanti e soprattutto con qualche cartuccia in più in avanti tanto che ebbero la meglio sulla Samb.

Dopo due mesi e qualche giorno le squadre tornano a sfidarsi, stavolta in Coppa Italia. Cos’è cambiato? In casa eugubina davvero poco. L’allenatore è sempre Giuseppe Magi, il modulo identico (4-3-3) e l’ossatura è rimasta la stessa con dei capisaldi importanti e cioè il portiere Volpe, Alex Marini in difesa, il capitano Romano in mezzo al campo e due punte di qualità come Ferri Marini e Ferretti. A questi si sono aggiunti dei giovani interessanti.

Nella Samb anche è rimasto l’allenatore ma l’ossatura della passata stagione è stata quasi del tutto smantellata poichè nella formazione titolare di quest’anno solo Sabatino, e forse Pezzotti, sembrano poter trovare spazio. Sono partiti i due difensori centrali e si sono trasferiti altrove anche Mario Titone, trascinatore della Samb, e Palumbo. Anche il modulo della Samb sembra possa cambiare visto che nelle ultime uscite mister Palladini ha schierato quasi sempre la difesa a 3.

La gara di domani non ci dirà molto perchè da qui all’inizio del campionato sicuramente ci saranno degli altri cambiamenti però vedremo se i tanti trasferimenti che ci sono stati finora in casa Samb permetteranno alla nostra compagine di avere le meglio sugli avversari.

 

Commenti

comments