L’Ancona è già nei guai: stipendi non pagati

il vice presidente dell'Ancona, Fabiano Ranieri

Siamo appena a metà settembre eppure c’è già un club marchigiano in grossa difficoltà. Staff e giocatori dell’Ancona hanno ricevuto ieri la notizia dai propri dirigenti riguardo l’impossibilità di pagare nell’immediato gli stipendi di agosto ed i contributi del mese di luglio. A riportarlo è il Corriere Adriatico odierno che annuncia le difficoltà del sodalizio dorico.

Questo mancato pagamento crea un effetto domino poichè blocca l’arrivo nelle casse dell’Ancona dei contributi che la Lega versa mensilmente alle società. Ma non è l’unico problema poichè adesso i biancorossi avranno tempo fino al 16 ottobre prima di incappare del deferimento della Covisoc e nella conseguente penalizzazione che andrebbe ad inficiare anche sulla classifica.

L’Ancona deve ancora trovare chiarezza a livello societario poichè la famiglia Ranieri, entrata nel cda del club in estate, non ha ancora acquisito la maggioranza. Addirittura la fidejussione dell’Ancona depositata in Lega risulta ancora a nome dell’ex patron Andrea Marinelli. Secondo TuttoAncona.com l’unico modo per uscire da questa situazione è che la famiglia Ranieri metta mano al portafoglio per risolvere questo delicato momento.

 

Commenti

comments