Radi sicuro: “Non ci sono squadra che possono dominare”

Alessandro Radi

Dopo l’espulsione rimediata contro il Parma è finito in panchina per diverso tempo ma adesso Alessandro Radi è di nuovo titolare al centro della difesa rossoblù. Ospite di “Pianeta Samb” ha spiegato l’andamento di questo strano campionato che vede al vertice tante squadre raccolte in pochissimi punti: “E’ uno dei campionato più equilibrati che io ricordi, anche se in estate si diceva che c’erano due chiare favorite. Non vedo una squadra che possa ammazzare il campionato, è tutto molto equilibrato ed ogni impegno è difficile”.

A proposito di impegni difficili Radi è rammaricato per il pareggio di sabato con l’Albinoleffe: “Sabato è stata una delusione perchè il pareggio è stato causato dalle nostre imprecisioni. L’Albinoleffe una volta sotto ha cambiato modulo ed intensità, ci ha sorpreso ma noi comunque abbiamo commesso degli errori ingenui”.

Radi è anche tornato sull’espulsione rimediata contro il Parma e le seguenti critiche ricevute anche dal patron Fedeli: “Rianalizzando l’episodio sono convinto che non ci fosse assolutamente il fallo, io e Guazzo cercavamo di metterci l’uno davanti all’altro e questo mio movimento ha ingannato l’arbitro perchè pensava che lo avessi fatto per colpire il mio avversario che poi ha simulato facendo finta di aver preso un colpo in faccia. Per quanto riguarda le critiche siamo calciatori e le critiche ci saranno sempre, io le ascolto ma non gli do tanto peso. L’espulsione mi ha turbato per i due punti persi dalla squadra ma poi sapevo di essere nel giusto quindi non mi ha pesato ulteriormente e sono rimasto tranquillo”.

Eppure quell’ episodio ha allontanato Radi dai titolari tanto che sembrava fosse in procinto di lasciare la Samb: “Io mi sono sempre allenato con il massimo impegno per ritrovare la fiducia del mister e sono contento di essere tornato a giocare con continuità. Se avessi dato retta a tutte le voci allora avrei dovuto già lasciare la Samb”.

Infine una curiosità, Radi è uno specialista di calci piazzati ma finora non ha avuto modo di calciarne parecchi: “E’ strano perchè attacchiamo molto ma conquistiamo pochi calci di punizione dal limite. Speriamo arrivi presto qualche occasione per calciarli”.

 

Commenti

comments