Fabriano Cerreto-Grottammare 3-1, i biancocelesti lottano ma cedono il passo

Il Grottammare lotta ma è costretto ad una nuova sconfitta in campionato. Nella prima di mister Manolo Manoni in panchina i biancocelesti cedono il passo al Fabriano Cerreto nella ripresa e dopo l’espulsione del portiere Beni. Dopo un primo tempo equilibrato terminato sullo 0-0, i padroni di casa cambiano passo e passano in vantaggio con Tittarelli che insacca di testa al 12′. Il Grottammare non molla e ci pensa De Panicis a riequilibrarla con un grandissimo gol da fuori area. L’equilibrio si spezza quando il direttore di gara estrae il rosso in faccia a Beni per un presunto fallo su Tittarelli lanciato a rete.

Il Grottammare soffre l’inferiorità numerica e subisce il raddoppio al 27′ con Trillini che finalizza un batti e ribatti in area da distanza ravvicinata. Il tris arriva al 44′ con Tittarelli che firma la personale doppietta con un diagonale perfetto. In pieno recupero c’è gloria anche per il portierino Pirozzi che ipnotizza dal dischetto Pierleoni per un rigore concesso per fallo di Valentini su Tittarelli. Per il Grottammare rimane la grande prestazione ed il fatto di aver interrotto l’astinenza da gol con la consapevolezza di potersela ancora giocare per raggiungere la migliore posizione in classifica.

FABRIANO CERRETO-GROTTAMMARE 3-1
FABRIANO CERRETO: Spitoni, Girolamini, Balducci, Bartoli (46’st Marchi), Boinega, Lapi, Jachetta (41’st Pierleoni), Scotini, Tittarelli (45’st Perrella), Trillini, Piergallini. A disp. Rossi, Saveli, Quadrini, Ferretti. All. Pazzaglia.
GROTTAMMARE: Beni, Valentini, Gentile, De Cesare, Gibbs, Gridelli, Verdolini (31’st Iovannisci), Traini (17’st Cameli), Ludovisi, De Panicis, Bruni (24’st Pirozzi). Massi, Egidi, Cocci, Avellino. All. Manoni.
Arbitro: Riccardo Gagliardini di Macerata
Reti: 12’st, 44’st Tittarelli, 22’st De Panicis, 27’st Trillini
Note: al 45’st Pirozzi para un rigore a Pierleoni; espulso: al 23′ st Beni per fallo da ultimo uomo e al 45’st Gridelli nel Grottammare. Ammoniti: Lapi, Bartoli, Gridelli, Verdolini, De Cesare e Valentini.

Commenti

comments