Porto d’Ascoli-Urbania 1-1, tutto in un minuto

Il Porto d’Ascoli non riesce a bissare la brillante vittoria interna di sette giorni fa contro il Grottammare impattando, sempre al ‘Ciarrocchi’ contro l’Urbania. Gli uomini di mister Filippini avrebbero meritato probabilmente la vittoria viste le occasioni avute nell’arco del match. La gara si è decisa nell’arco di 60″ alla mezzora del primo tempo quando prima Pendenza metteva dentro il vantaggio per i padroni di casa e poi Ricci, con uno splendido pallonetto impattava il risultato. Filippini deve rinunciare inizialmente a Leopardi e Biancucci visti gli acciacchi avuti in settimana e a Iachini squalificato e lancia dal primo minuto Tarli.

CRONACA: Parte forte il Porto d’Ascoli con ben quattro conclusioni nei primi venti minuti ma Di Tommaso non deve impegnarsi più di tanto. Alla mezzora la gara si sblocca: Tarli crossa dalla destra, la difesa respinge ma Pendenza è ben appostato e da zero metri mette dentro. Palla al centro e i durantini pareggiano: Ricci conquista palla al limite e prova un pallonetto che supera Reali. Nella ripresa i biancocelesti pigiano sull’acceleratore ma Pagliardini, in contropiede, trova pronto Reali alla respinta. Ad un minuto dal termine Ciotti, di testa, spreca da favorevole posizione mandando alto.

PORTO D’ASCOLI-URBANIA 1-1

PORTO D’ASCOLI (4-2-3-1): Reali; Berardini, Ciotti, Sensi, Cucco; Tarli (13’st Biancucci), Gabrielli; Piergallini (13’st Leopardi), Tedeschi, Nepa; Pendenza. A disp. Cinaglia, Palmarini, Piunti, Granito, Gagliardi. All. Filippini.

URBANIA (5-3-2): Di Tommaso; Renghi, Mei, Temellini, Patarchi, Boccali; Ricci, Braccioni, Mazzanti (20’st Barzotti); Pagliardini (46’st Rossi M.), Carsetti (45’st Mounssif Z.). A disp. Ottavi, Paiardini M., Azzolini, Hoxha. All. Omiccioli.

Arbitro: Gabriele Sacchi di Macerata (Antonelli-Pizzuti).

Reti: 30′ Pendenza, 31′ Ricci.

Note. Spettatori: 150 circa; ammoniti: Cucco, Gabrielli, Mazzanti; angoli: 6-4; recupero: 3’+5′.

Commenti

comments