“Sarà una Samb diversa”: alcune partenze sembrano già scritte

Il direttore sportivo Panfili con il presidente Fedeli

“Sono deluso da tutto e tutti, l’anno prossimo sarà una Samb diversa se sarò qui”: queste alcune delle parole pronunciate da un arrabbiatissimo Franco Fedeli dopo la sconfitta contro il Modena.

Il “se sarò qui” aveva subito fatto discutere circa un eventuale addio del patron, ma come dichiarato in settimana anche dall’Avvocato Gianni il presidente ha solo voglia di sentire il calore dei tifosi: la sensazione, dunque, è che (salvo clamorosi colpi di scena) il matrimonio non avrà motivi per interrompersi.

E che Samb sarà quella del prossimo anno? Innanzitutto si dovrà pescare un altro Mancuso, un bomber capace di non far rimpiangere l’attuale capocannoniere di tutta la Lega Pro 2016/2017. L’obiettivo numero uno sarà un centravanti, ma per i nomi è decisamente troppo presto.

Cresce, invece, la possibilità che diversi giocatori dicano addio. Ntow saluterà, così come i vari Bernardo, Grillo, Di Filippo, Radi e Agodirin. In stand by la situazione Lulli, mentre potrebbero salutare pure Sabatino e Pezzotti, che parleranno con la società a fine campionato.

Commenti

comments