Gravina: “Domenica si gioca e chi non si presenta subirà lo 0-3 a tavolino”

La Serie C parte o slitta? Parole chiare quelle presidente Gabriele Gravina, riportate da TMW e rilasciate dopo l’assemblea di Lega:

“La risposta è che lo sciopero è un diritto sancito non solo nell’accordo collettivo, ma anche costituzionale. Così come è un diritto per la nostra organizzazione sportiva decidere di giocare, per cui domenica non sospendiamo la giornata di campionato, abbiamo deciso di applicare le regole del gioco e chi non si presente andrà incontro alle sanzioni previste dal nostro regolamento vale a dire 0-3 e punto di penalizzazione. Per quanto riguarda la disponibilità la Lega Pro ha dimostrato ancora una volta un grande senso di responsabilità e disponibilità verso l’AIC abbandonando alcuna logica corporativistica e ragionando nell’ottima di sistema.

La maggior parte delle loro richieste sono derivanti da proposte che la Lega ha già portato avanti in sede di Consiglio Federale, recepite dallo stesso presidente che lo ha sottolineato in un comunicato inviato all’Assocalciatori. I problemi sulle fideiussioni, sugli emolumenti, sui controlli e sul fondo di solidarietà sono temi già esauriti. Per quanto riguarda gli over abbiamo deciso di andare incontro alle esigenze di quanto concordato in precedenza con l’AIC e abbiamo allargato ancora di più la forbice dando la possibilità di usare un altro calciatore fidelizzato e tolto il vincolo della continuità dei calciatori bandiera o provenienti dal settore giovanile”.

Commenti

comments