L’addio alla Juve e quel “sì” alla Samb: Bove svela un retroscena importante

Gabriele Bove è arrivato in estate alla Samb direttamente dalla Juventus, club nel quale era capitano e punto fermo della formazione Primavera, dopo 9 anni passati nel settore giovanile bianconero.

In molti sono rimasti impressionati dalle qualità messe in mostra dal gioiellino classe ’98 in questo avvio di stagione in Riviera, chiedendosi come mai la Juve lo avesse lasciato libero di firmare altrove senza allungargli il contratto.

A fare chiarezza, però, ci pensa lo stesso Bove, che nella conferenza stampa di oggi ha avuto modo di toccare anche questo argomento.

“Non so cosa sia successo con loro, ma sono stato io a voler andare via, la Juve probabilmente mi avrebbe mandato a giocare in prestito. Sono qui alla Samb per una precisa scelta personale, il mio procuratore mi aveva detto di ragionare bene sulla proposta dei rossoblù, perché tanti giocatori vogliono venire qui. Sono contento di aver accettato la proposta e credo sia stata la decisione migliore, qui posso diventare ancora più forte. Moriero? Mi dà fiducia e io lo stimo molto. Felice di affrontare questa stagione insieme a lui”. 

Commenti

comments