Caso Fanesi, parla un testimone: “Ho visto i celerini manganellare Luca, erano cattivissimi”

lo striscione esposto dalla Curva Nord per Luca Fanesi

Una versione da brividi sul caso Fanesi di un testimone che ha deciso per il momento di restare anonimo e affidata alla pagina Fanpage.it. Momenti crudi, che un tifoso di San Benedetto presente a Vicenza racconta in un’intervista con Davide Falcioni:

“Ad un certo punto ho visto due persone scappare, una verso sinistra e l’altra verso di me. Era Luca, con le braccia alzate e con dietro tre celerini. Ho visto il loro movimento che gli hanno dato una manganellata, Luca è caduto  e ha perso subito conoscenza. Ho visto anche che gli agenti sono andati sopra di lui, prima di alzarsi e tornare indietro come se non fosse successo nulla.

Sono andato subito con altri ragazzi a vedere le condizioni di Luca e si vedeva che erano gravi, nonostante per un attimo aveva ripreso conoscenza. Il cancello di cui si parla era quasi a due metri di distanza, i poliziotti sono scesi proprio cattivissimi”.

Come anticipato da Max Fanesi ieri, i testimoni hanno iniziato a farsi avanti concretamente: mentre le indagini sono in evoluzione, dunque, la verità sta venendo fuori pubblicamente.

 

Commenti

comments