A Vicenza tanto blasone ma anche tanto caos: Lerda torna a casa

Nel 1997 il Vicenza vinceva la Coppa Italia battendo il Napoli in finale raggiungendo il punto più alto della propria storia calcistica, l’anno seguente sfiorò addirittura la finale della Coppa delle Coppe. In semifinale fu il Chelsea ad eliminare la squadra allenata dall’ex Samb Francesco Guidolin. Oggi, dopo quasi 25 anni consecutivi di campionati maggiori, la musica è cambiata e la formazioni veneta si ritrova in Lega Pro a seguito di una crisi societaria iniziata nel 2015.

L’amministratore delegato biancorosso Marco Franchetto parla di un debito di 13 milioni di euro, in diminuzione rispetto ad alcuni mesi fa ma ovviamente ancora notevole. La società è in vendita, la ViFin che nel 2015 ha salvato il club ora non riesce a far fronte alla diminuzione del debito ed alla gestione della stagione calcistica in corso per cui si sta provando a chiudere per la cessione del club al gruppo Boreas.

LERDA AL POSTO DI COLOMBO MA POI ARRIVA IL DIETROFRONT

Nelle ultime 48 ore a Vicenza si è vissuto un momento particolare. Sembrava terminata l’avventura di mister Alberto Colombo sulla panchina biancorossa tanto che Franco Lerda, suo sostituto, aveva raggiunto la città veneta. Nel pomeriggio di ieri il dietrofront con Lerda che ha lasciato Vicenza e Colombo confermato, almeno momentaneamente. Quella con la Samb per lui sarà una gara decisiva.

Commenti

comments