Dalla Samb sfiorata ad eroe a Pordenone: il retroscena rossoblù di Sainz Maza

Domani la Samb sfiderà il Pordenone al Riviera delle Palme e tra i ramarri sono diversi i giocatori da tenere d’occhio.

Oltre al grande ex Luca Lulli, uno dei migliori tra i rossoblù nella scorsa stagione e ancora legato alla gente e alla città di San Benedetto, la banda Capuano si troverà difronte un talento che il rossoblù questa estate lo ha davvero sfiorato.

Parliamo di Miguel Ángel Sainz-Maza Lopez, trequartista spagnolo classe ’93 in grado di calciare con entrambi i piedi. Gioca largo a sinistra nei due trequartisti schierati da Colucci nel suo 4-3-2-1 e, coperto proprio dall’instancabile Lulli in quella zona di campo, sta facendo sfracelli in terra neroverde.

Già 3 gol e tanta qualità (assist compresi) in campionato, prima di diventare un “eroe” con il gran gol di Cagliari che ha contribuito a regalare San Siro e l’Inter a tutto il Pordenone.

E pensare che la Samb questa estate lo stava per portare a casa, dopo che il giocatore aveva detto addio al Foggia, club con il quale si era  meritato una promozione in Serie B da protagonista.

Per lui anche un anno a Barcellona (nella squadra B, dove sono stati lanciati tanti canterani blaugrana), prima di sbarcare in Italia alla Reggina. Sainz-Maza, però, alla Samb non è mai arrivato e domani il Riviera potrà ammirarlo solo da avversario.

PER GUARDARE LA SCHEDA DI SAINZ MAZA CLICCA QUI

 

Commenti

comments

x