Il silenzio emblematico della Nord e quella certezza: la sosta ha stroncato la Samb

La notte di ieri è stata sicuramente una delle peggiori vissute dalla Samb sotto la gestione Fedeli, nonostante la situazione di classifica resti ancora tutt’altro che negativa.

Un secondo tempo inguardabile, di pura resa, che ha ricordato molto un Samb-Sudtirol di questo campionato, giorno dell’addio di mister Moriero. Una squadra incapace di reagire al doppio schiaffo subito e che ha fatto zittire anche la Curva Nord, che dopo lo 0-2 ha scelto la via del silenzio come forma di contestazione per quello che stava vedendo sul terreno di gioco.

La vittoria interna contro la Fermana nell’ultimo match del 2017 sembra ormai un ricordo sbiadito e la certezza al momento resta una sola: la sosta post capodanno ha fatto malissimo alla Samb, con le polemiche interne relative al calciomercato a giocare un altro ruolo decisivo nell’involuzione rossoblù.

Nulla, comunque, è perduto e il tempo per risalire la china non manca di certo: ci sono dei playoff da conquistare e servirà raggiungerli nella miglior posizione di classifica possibile.

 

Commenti

comments