Braglia teme la Samb: “Più tosta del Trapani, Bellomo da Serie A”

Piero Braglia, mister del Cosenza

Domani il suo Cosenza affronta la Samb nei quarti di finale playoff e mister Piero Braglia teme i ragazzi di mister Moriero. Ecco le sue parole nella conferenza stampa della vigilia del match:

“Sono partite in cui ci conosciamo poco entrambi, anche se ognuno ha certamente visto qualcosa del proprio avversario. Ritengo che il Girone B sia difficile tanto quanto il nostro, la Sambenedettese è una squadra forte e con giocatori di spessore come Miracoli, Stanco, Bellomo: proprio Bellomo è bravissimo a farsi trovare negli spazi, in questi campionati non c’entra nulla, vale la B e forse la A.

Miracoli è un attaccante che riesce a giocare tutti i palloni alti, può essere un fattore. Anche caratterialmente i rossoblù sono una squadra forte, con Moriero hanno fatto grandi partite.

Cosa cambia rispetto alla doppia sfida con il Trapani? La forza dell’avversario, loro sono di categoria mentre il Trapani si sentiva superiore. La Samb è cattiva agonisticamente, aggressiva, intensa, quadrata che spinge molto coi due centrali e con gli esterni, Rapisarda e soprattutto Valente che è un esterno molto offensivo. Sarà ancora più tosta”.

 

Commenti

comments