Da Costantino a Rossitto: gli addetti ai lavori pesano ‘l’effetto Riviera’

Un doppio confronto equilibrato, con l’effetto tifo che può favorire la Samb. In più le assenze a centrocampo del Piacenza per la gara d’andata e il fatto che i rossoblù possono giocare la seconda partita in casa: ecco i temi maggiormente caldeggiati dagli addetti ai lavori in merito alla sfida playoff tra i ragazzi di Moriero e quelli di mister Franzini.

Tesi ribadita da Fabio Rossitto, fresco ex allenatore del Pordenone, ma anche da Massimo Costantino (in foto), ex tecnico in Lega Pro di Vigor Lamezia, Torres, Vibonese e quest’anno alla Sanremese in D:

“Piacenza e Sambenedettese 
sarà una partita quasi alla pari – ha dichiarato Costantino a TuttoC.com-, i marchigiani sono forti mentre tra i piacentini potranno pesare le assenze di Taugourdeau e Della Latta nella sfida in casa. E proprio quest’ultima sarà una sfida importantissima per le speranze biancorosse, visto che al “Riviera delle Palme” i rossoblù verranno trascinati da uno dei pubblici più grandi della categoria. La Samb ha il vantaggio di giocare la seconda partita davanti ai suoi tifosi, può pesare tanto”.

Davide Dionigi, invece, la vede diversamente. Questo il pensiero dell’ex attaccante del Piacenza (in biancorosso ha giocato tre stagioni in Serie A):

“Ha tutto da perdere la Sambenedettese. Devono affrontare una squadra molto difficile, sarà  una partita molto dura. Il Piacenza ha una squadra giovane ma importante con un tecnico bravo. Era il loro obiettivo arrivare fino a questo punto”.

 

Commenti

comments