L’emozione di Lulli: “Che bolgia il Sambodromo, avrei dato tutto per giocare una partita così”

Era presente sugli spalti del Riviera sia per la partita con il Piacenza che nel ritorno contro il Cosenza, quando più di 10 mila cuori rossoblù hanno cercato di spingere la Samb verso il passaggio del turno.

Luca Lulli quello stadio e quella curva li conosce bene (entrambi i suoi gol della passata stagione sono arrivati sotto la Cioffi) e, raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione, l’ex Catania ci ha raccontato le sue sensazioni:

“È stato bellissimo tornare al Riviera per la partita contro il Piacenza, quella sera la Samb è riuscita a rimontare quindi sono arrivate solo senzazioni positive. Ero abituato a sentire il boato del Sambodromo dal rettangolo verde, ma anche dagli spalti ha il suo fascino. Contro il Cosenza c’erano più di 10mila persone e un’atmosfera incredibile, sembrava di vivere una partita di altre categorie. C’era una vera bolgia, avrei dato tutto per giocare un match così”.

Luca Lulli ci confessa anche il suo amore per la Riviera, che ormai ritiene seconda casa.

“Amo San Benedetto, la ritengo la mia terra, anche considerando che ormai da 4 anni passo tutte le estati qui con la mia ragazza. Si vive benissimo, la città è passionale e chissà che un giorno non possa tornare a vestire quella maglia…”.

Commenti

comments