Magi sui tanti giovani: «Vivono dei picchi, compito mio farli diventare più continui possibili»

foto: Sambenedettesecalcio.it

La nuova Samb è stata costruita con elementi di esperienza e tanti giovani di prospettiva, pronti a provare a misurarsi con una piazza importante come quella di San Benedetto.

Mister Giuseppe Magi ha spiegato la particolarità di lavorare con ragazzi di talento ma ancora nel pieno del loro percorso di maturazione:

“Il giovane vivi di picchi, un periodo può dare il massimo e poi può calare. Difficile che un ragazzo alla prima esperienza importante possa essere subito continuo, c’è bisogno di tempo e il mio compito è proprio quello di cercare di accorciare il più possibile tale tempo. Devo essere bravo in questo, ma ho tanta voglia di lavorare e loro di imparare. La Samb resta la Samb e tutti devono andare anche oltre i loro limiti quando indossano questa maglia. Sono contento di tutti i ragazzi che sono qui, abbiamo iniziato un percorso insieme e vogliamo migliorare giorno dopo giorno“.

 

Commenti

comments