Fedeli: “Oltre un milione all’anno per farmi insultare, arrivo a maggio poi si vedrà”

Intervenuto in diretta sull’emittente televisiva Vera Tv, il presidente Franco Fedeli “Riesco a sopravvivere a questo momento – scherza inizialmente Fedeli – Speriamo in qualche risultato buono, non ci sono altre medicine. io non vado in campo, ci vanno i giocatori e purtroppo finora hanno deluso, auguriamoci che da domani cambino le cose. Il summit tra me, Gianni e mio figlio? Non è emerso niente, abbiamo parlato di pochissime cose. Abbiamo parlato del più e del meno per cercare di uscire da questa situazione. Andrea probabilmente si è stancato di sentire critiche verso suo padre ed ha deciso di tagliare i ponti, queste persone continuassero a criticare, non credo che si vada molto lontano con certi atteggiamenti. Mi fanno passare completamente la voglia perchè odio chi critica a prescindere. Io i miei impegni li rispetto e li ho sempre rispettati, completerò il campionato poi a maggio deciderò, di certo ora non mi dileguo, non è nel mio costume dire arrivederci e grazie e sparire. Io perdo un milione e quattrocentomila euro all’anno per farmi insultare da alcuni che si professano tifosi, secondo voi è giusto? Chi mi critica pensasse dove ho preso la Sambenedettese e dov’è ora, tanto o Fedeli o un altro loro lo criticherebbero sempre. Una vendita in corso? Ma magari ci fosse… non c’è nulla di vero. Io arrivo a maggio poi se questa sarò la situazione cercherò di vendere oppure la regalerò la Samb. Meglio buttare un milione e quattrocentomila euro in opere di bene, almeno così non mi insultano. Io faccio il presidente e lo faccio bene perchè io rispetto i miei patti”. 

Agli ospiti che gli chiedono un parere su Magi risponde: “Lasciamo Magi a Pesaro perchè ha fatto i danni, i giocatori li ha voluti lui e li ha scelti lui quindi evitiamo di parlare di Magi. La Samb è stata sopravvalutata e sta giocando sottotono. Spero comunque che i giocatori facciano i professionisti e ottengano risultati”. 

Commenti

comments