Inizio negativo? Nel 2006/07, 2007/08 e 2008/09 fu peggiore

Alessandro Calori sulla panchina della Samb nel 2006/07. Collezionò appena un punto in cinque partite.

Appena tre punti in cinque giornate, l’inizio di stagione della Sambenedettese non è stato certamente entusiasmante, eppure non è stato il peggiore degli ultimi anni. Tornando indietro ed analizzando l’ultimo ventennio del club rossoblù le peggiori partenze sono quelle dei campionati 2006/07 e 2008/09. Nel 2006 l’inizio della Samb di Calori fu davvero pessimo e gli costò l’esonero dopo il pesante 5-1 subito a Salerno (un punto in cinque giornate frutto di un pareggio casalingo col Foggia), Anche la squadra di Piccioni invece, nel 2008, collezionò appena un punto in cinque giornate (0-0 casalingo col Cesena e sconfitte contro Novara, Pergocrema, Verona e Spal), ed il campionato finì, come ogni tifoso ricorda, in maniera drammatica.

Leggermente meglio nel 2007/08 quando la Samb iniziò male riuscendo ad ottenere appena due punti nelle prime cinque gare (pareggi casalinghi con Lanciano e Sorrento, sconfitte con Salernitana, Taranto e Pescara). In panchina, durante il campionato, si avvicendarono Ugolotti, Piccioni e poi ancora Ugolotti, ed alla fine la Samb evitò i play-out conquistando la salvezza sul campo della Juve Stabia.

Insomma ci sono stati degli inizi peggiori e le statistiche dicono che si può risalire come dimostra il campionato 2006/07, che  la Samb chiuse all’ottavo posto.

 

Commenti

comments