Nucifora: “Fedeli la smetta di attaccare ed ora intervengano i dirigenti”

l'avvocato Enzo Nucifora

La situazione attuale della Sambenedettese è molto simile a quella del 2007/08 quando i rossoblù, dopo un pessimo inizio, navigavano nei bassifondi della classifica senza riuscire ad ottenere successi. In quel caso fu l’avvento del direttore Enzo Nucifora a risollevare le sorti della Samb, e proprio in merito alla situazione attuale l’avvocato si è espresso così: “Questo momento lo può risolvere solo la società attraverso i proprio dirigenti. Bisogna gestire la situazione in maniera professionale perchè adesso c’è una squadra spaventata, con il morale sotto i tacchi ed un allenatore che non ha responsabilità. E’ evidente che non vi siano calciatori carismatici, leader che prendano in mano il gruppo per cui sono i direttori e la proprietà che devono dare serenità. Per il bene della Samb il presidente Fedeli deve smetterla di attaccare i calciatori e magari cercare tra gli svincolati un paio di calciatori esperti, con gli attributi, che anche se non sono pronti fisicamente nell’immediato possano trasmettere positività a questi ragazzi”.

Per Nucifora non si può aspettare gennaio: “La Samb ha un calendario che tra due settimane diventerà tremendo. Non c’è tempo di aspettare gennaio perchè si rischia di arrivarci con pochissimi punti in classifica, bisogna agire ora, sia sul mercato che ricucendo i rapporti con tifosi e stampa. La società deve far capire che ora ci vuole unione per il bene della squadra di San Benedetto del Tronto. Quando nel 2007 arrivai alla Samb trovai una situazione molto simile, ricordo che quotidianamente parlavo con i giocatori, sia individualmente che collettivamente, li caricavo per la gara successiva, cercavo di focalizzare l’attenzione sul prossimo incontro, sulla ricerca della vittoria isolando la squadra dal malumore”.

Chiedendogli se il rapporto tra Fedeli e la città è compromesso Nucifora risponde: “So che ci sono delle chiacchierate in corso per la cessione della Sambenedettese, ma questo adesso deve andare in secondo piano, ora bisogna tamponare l’emorragia che c’è in corso, serve una vittoria, serve dare un pò di morale a questa squadra”.

 

Commenti

comments