Ballarin, scatta l’allarme: “Potrebbe rimanere un cantiere per molto tempo”

stadio Ballarin

Si è riunita nel tardo pomeriggio di ieri, presso la Sala Giunta del Comune di San Benedetto del Tronto, la commissione lavori pubblici per parlare della questione Ballarin.

 

A prendere per primo la parola è stato il consigliere comunale Giorgio De Vecchis: «Il Ballarin starà così per un bel po’ di tempo, perché bisogna vedere quello che vuole fare la Soprintendenza. La spesa prevista all’inizio per i lavori di riqualificazione era di 120mila euro, ma adesso è stato comunicato che ce ne vogliono 120 mila solo per la tribuna ovest”.

 

Poi è stata la volta di Antimo DiFrancesco, consigliere del PD: «Il Ballarin andava demolito con un progetto di riqualificazione condiviso con la città, adesso è tutto più complicato. Dove troviamo le risorse economiche per i lavori? C’è il rischio che il Ballarin resti un cantiere per diverso tempo».

 

Per concludere, ecco l’intervento del sindaco Pasqualino Piunti: «Il Ballarin è un discorso particolare, siamo legati al glorioso stadio con tanto affetto. Ci hanno informato di una situazione pericolosa per i cittadini e siamo dovuti intervenire per emergenza, senza poter attendere per la demolizione. La sicurezza è la prima cosa».

 

Il sindaco, inoltre, fa sapere che è in fase di conclusione l’acquisizione dal Demanio di alcune aree attorno al vecchio stadio, come Largo Borgonovo (lo spiazzale dietro la Curva Sud), la piazza davanti alla Curva Nord assieme a via Marchegiani, via Morosini e una parte di Viale Colombo.

 

Operazioni che permetteranno al Comune di avere più libertà di manovra per un successivo progetto di recupero dell’area.

Commenti

comments