Sonetti non dimentica la Samb: “Tifo sempre per voi, tifosi eccezionali”

Per lui tre stagioni sulla panchina della Samb nel triennio 80’-83’ e quella promozione in Serie B che purtroppo passó in secondo piano a causa del rogo dello stadio Ballarin. Parliamo di Nedo Sonetti, uno che ha sempre il rossoblù nel cuore. Queste le sue dichiarazioni al Corriere Adriatico:

 

A San Benedetto il tifo è sempre stato eccezionale, anche le critiche dei tifosi nei momenti difficili sono discussioni che nascono dal profondo amore che hanno loro per la propria squadra. L’unico mio rammarico rossoblù è quello di non aver potuto festeggiare appieno la promozione in Serie B, perché in quel giorno ci fu il rogo del Ballarin nel quale morirono due tifose. Faccio ancora il tifo per la Samb e auguro al suo presidente, che non conosco personalmente, di riportare la squadra nella categoria che merita.

 

Fedeli e l’ingresso negli spogliatoi tra primo e secondo tempo? Sicuramente lo fa per amore della sua squadra, ma con me non sarebbe mai successa una cosa simile. Se proprio ne ha voglia può sempre prendere il patentino e fare lui l’allenatore, ma spero che a fine campionato possiamo incontrarci per festeggiare insieme. Mi piacerebbe tanto essere invitato, visto che manco da San Benedetto da qualche anno”.

Commenti

comments