Clamoroso sviluppo del caso Fanesi: chiesta l’archiviazione

Clamoroso sviluppo del caso Luca Fanesi. I PM Giovanni Parolin e Barbara De Munari, terminate le indagini preliminari, hanno richiesto al giudice l’archiviazione del procedimento, l’ipotesi che nessuno si aspettava.

Queste le motivazioni racchiuse nell’atto datato 23 novembre 2018 e consegnato dagli stessi Pubblici Ministeri:

Gli accertamenti svolti portano ad escludere che Fanesi o altri abbiano riferito dell’origine delle lesioni dal medesimo riportate; l’acquisizione di tutte le conversazioni non ha fatto emergere alcuna significativa circostanza; l’acquisizione dei filmati ha permesso di escludere che ci siano immagini che hanno ripreso il momento esatto in cui si è verificato il fatto (quando Fanesi si trova dietro la camionetta del reparto mobile); la consulenza medica svolta dal professor Paolo Fais e dalla dottoressa Chiara Giraudo identifica quale dinamica più probabile quella che le lesioni di una contusione cranio encefalica sia stata prodotta dall’urto del capo contro il marciapiede avvenuto per caduta accidentale”.

Commenti

comments