Ora testa al Monza, ma il mercato non ha entusiasmato e molti tifosi sono scontenti

La Sambenedettese ha chiuso il mercato senza alcun sussulto ed ora la squadra può concentrarsi sulla sfida di Monza. Il direttore sportivo Fusco, che probabilmente spiegherà le sue idee in una conferenza stampa, ha fatto sapere che la sua presenza a Milano era dovuta all’eventuale possibilità di valutare qualche offerta per i giocatori della Samb, proposte che a quanto pare non sono pervenute.
Non si è proceduto nemmeno a sostituire Scalera, arrivato a San Benedetto ma impossibilitato a firmare il suo contratto per aver già indossato troppe maglie nell’arco di questa stagione.

Sui social i tifosi, come spesso accade, sono divisi nel giudicare questa scelta: “Fortuna che l’obiettivo di Fedeli era andare in Serie B con un progetto triennale…un bel mercato per la Serie B” scrive ad esempio Edoardo, “Solo noi non compriamo, lo scorso anno siamo andati a Salò con la Berretti in panchina, e puntavamo alla serie B. Quest’anno era prevedibile un mercato del genere” afferma Edoardo. E questo pensiero apre all’ipotesi che molti sostenitori fanno su internet, e cioè che questa sessione di mercato rispecchi l’intenzione di Franco Fedeli di lasciare la Sambenedettese al termine della stagione, senza aumentare i costi di gestione che ci sono fino a questo momento con l’acquisto di altri calciatori.

Secondo Massimo invece “la Samb non ha bisogno di punte visto che Stanco e Di Massimo erano in panchina contro la Giana. poi spendere soldi oggi è inutile con le super potenze Monza, Ternana ed il Pordenone che vola”. Insomma la formazione di Roselli non viene considerata in grado di lottare con queste società e dunque e bene non esagerare con i costi. Al di la di tutti questi discorsi una cosa è certa leggendo il parere dei tifosi, questa campagna acquisti non aiuterà a riportare gente allo stadio come vorrebbe il patron rossoblù.

Commenti

comments