Giocate da applausi, il gol e parole d’amore: la Samb si gode il vero Russotto

Russotto

Per lui una partita sontuosa contro l’Albinoleffe, impreziosita da giocate bellissime e da quel rigore trasformato dopo averlo conquistato con un “paso doble” d’alta scuola. Andrea Russotto ieri ha fatto vedere tutto il suo talento e il Riviera delle Palme ha risposto con la “standing ovation” al momento del cambio con Calderini.

La Samb si gode il vero Russotto, che intanto ha lanciato messaggi d’amore nel post partita alla piazza di San Benedetto, definendola “speciale e conosciuta in tutta Italia per il proprio calore”. E a chi gli chiede se potrebbe restare in rossoblù, l’ex Catania risponde così:

Sapete che riguardo al futuro c’è un po’ di caos al momento (Fedeli ha ribadito di essere vicino all’addio ndr), ma io mi sento in debito nei confronti di questa tifoseria. In estate sono stato presentato come il giocatore che doveva fare la differenza, ma quel virus di inizio campionato ha condizionato tutta la mia stagione.

Qui sto molto bene, San Benedetto è un ambiente bellissimo e io ho scelto la Samb nonostante avessi offerte migliori con contratti più lunghi. Nessuno sa quello che potrà succedere dopo giugno, io voglio dare il massimo nelle partite che restano poi la società farà le sue valutazioni”.

Commenti

comments