Stavamo scrivendo un “disappunto” ma ci hanno anticipato

Cinciripini
cosa penserà il DG Cinciripini?

Dopo aver letto un articolo di un giornalista locale che, in accordo con il presidente della Sambenedettese Calcio , si è mosso per cercare di trovare una “soluzione” per la gestione del settore giovanile (la cosa è già simpatica così senza commenti ulteriori), dopo che lo stesso giornalista nello stesso articolo ha criticato il direttore generale della stessa società per non avergli dato il suo numero personale, dopo tutta questa vicenda assurda che esula da un contesto reale nel mondo in cui il calcio vero lo dovrebbero fare i dirigenti ed il giornalismo i giornalisti,  abbiamo trovato su Facebook un commento del tifoso Patrizio Del Zompo nel quale ci sono alcuni spunti decisamente interessanti, al di là delle critiche sulla struttura dell’articolo che a noi non interessano:

1) il giornale on line ufficiale della Samb di Franco Fedeli, tanto che non ci sarebbe neanche bisogno del sito ufficiale.
2) un giornalista (e chiedo scusa a chi lo fa in maniera impeccabile) che si prodiga nel cercare acquirenti, organizzare il settore giovanile, postare articoli faziosi e solo di parte.
3) un presidente che chiama un giornale e gli dice che non “accetterà la proposta della cordata” e di dargli una mano lui per cercare una soluzione.
4) hai nominato un DG (Cinciripini) e invece di trovare una soluzione con lui, chiami il direttore di un giornale on line per cercare aiuto.
5) l’unico giornale che non ha mai scritto un articolo sulla proposta degli imprenditori per il settore giovanile ma lo ha fatto solo quando la proposta è stata rifiutata.
6) cerca dei colpevoli in coloro che già sapevano della “riunione”, quando qui di colpevole ne esiste solo uno, ed è l’autore dell’articolo.
7) articolo scritto in maniera imbarazzante, sembra la trama di un romanzo di Agata Christie, un giallo, un noir.
8) “lui che si prodiga a fare i conti della scuola calcio”, sparando numeri, contattando persone che della Samb se ne sono fregati, o che hanno baciato maglie a strisce bianconere.

Il nostro consiglio dopo tutto questo? Uno ed uno soltanto, caro direttore generale Walter Cinciripini, noi non la conosciamo e non l’abbiamo mai chiamata e nemmeno cercato il suo numero personale, ma dopo tutta questa storia il consiglio è il seguente: si dimetta, perchè iniziare un’avventura dove il presidente del club, nonostante un neo DG, chiede ad un giornalista di gestire questa faccenda la dice lunga su come è messa la società sportiva per cui lei da pochi giorni lavora.

Commenti

comments