Angiulli e i pensieri extra campo: “In ansia per la famiglia, il calcio non è vitale”

Angiulli

Nel corso della sua intervista in videochiamata con l’ufficio stampa della Samb, il centrocampista rossoblù Federico Angiulli ha toccato anche importanti argomenti extra campo:

“In questi momenti capisci che il calcio non è una cosa vitale e la carriera di tutti noi prima o poi finisce, quindi io mi sto guardando anche intorno. Seguo corsi online su fitness e bartending, un giorno mi piacerebbe anche lavorare qui a San Benedetto in uno di questi settori.

Tornare a giocare adesso non è possibile, la priorità è uscire da questo enorme problema sanitario. Non vedo i miei genitori da tempo per salvaguardare la loro salute, non sono giovanissimi e quindi è normale che io sia in apprensione. Speriamo tutto finisca presto”.

Commenti

comments