Montero: “Penso a chi non può riaprire gli chalet a San Benedetto e a quelli che non hanno il pane per i figli”

Montero

L’allenatore della Samb Paolo Montero, intervistato da Tuttosport, ha parlato del difficile momento che il mondo sta attraversando con il cuore diviso fra San Benedetto, Bergamo (con l’Atalanta che è stata la sua prima squadra italiana) e l’Uruguay:

Sono preoccupato per gli amici e parenti in patria, gli ho detto di non uscire perché questo virus non è uno scherzo. Soffro anche per l’Italia che è la mia seconda casa, mi fa male vedere Bergamo, la città che mi ha aperto le porta. L’immagine dei camion dei militari che portano via le bare è un pugno allo stomaco.

Avevo la speranza di ricominciare a giocare, ma vedendo la situazione mi chiedo che senso ha? È difficile pensare al pallone. A San Benedetto ci sono tanti proprietari di stabilimenti balneari che rischiano di perdere la stagione a caus del Coronavirus. E quanti genitori non hanno più il lavoro e non sanno come comprare il pane per i figli. Queste sono le priorità, non pensare di giocare a pallone. Non scherziamo”.

Commenti

comments