Montero: “Maxi Lopez sarà un leader”

Montero

Inizia con una conferenza stampa video di Paolo Montero, causa Covid, la stagione 2020/21 della Samb, ecco le sua prima parole.

Montero stanno arrivando grandi giocatori, lei avrà più responsabilità: “Mi sento tranquillo la responsabilità mi è sempre piaciuta, i dirigenti stanno facendo un ottimo lavoro in sede di mercato e noi abbiamo iniziato in questi giorni a fare dei test e partire con il ritiro accogliendo piano piano tutti i giocatori nuovi. Io mi devo concentrare su questo e lavorare”.

Sarà una Samb con il 4-4-2?
“Sinceramente non abbiamo parlato di un sistema, con questo regolamento nuovo con 22 giocatori  over e tanti giovani abbiamo deciso di prendere atleti che possono coprire diversi ruoli e quindi stiamo muovendoci sotto questo punto di vista. Bacio Terracino ad esempio può giocare esterno o seconda punta, è duttile, a noi servono ragazzi così, atleti che come minimo occupano due ruoli. Adesso parlare di schemi è presto può essere un 4-4-2 con Maxi e Nocciolini ma non escludiamo altri moduli”.

Quali ruoli vanno ancora rinforzati?
“Penso che al momento sono i centrocampisti che mancano, Ruben Botta quest’anno ha giocato come trequartista quindi più avanti, numero dieci, proprio oggi mi dovrò riunire con Fusco per fare il punto. Noi sappiamo che il mercato è lunghissimo, finisce il 4 ottobre, con queste nuove regole rimarranno tanti giocatori liberi e ci vuole pazienza, non abbiamo fretta”.

Il ruolo di Maxi Lopez in questa Samb quale può essere?
“Noi uomini che facciamo calcio e veniamo da Uruguay e dall’Argentina ci conosciamo tutti, devo dire che di lui sempre mi hanno parlato positivamente. Da Maxi mi aspetto il gol, è un grande calciatore e sarà un leader nello spogliatoio, poi nel calcio si può andare bene e male ma sono certo che lui e gli altri ce la metteranno tutta e lui ci trascinerà”.

Con grandi nomi la Samb può essere considerata una favorita al successo, cosa cambia rispetto allo scorso anno?
“Dente avvelenato perchè sanno di giocare contro grandi nomi e quindi la difficoltà in più potrebbe essere questa”.

Che differenze ci saranno in questa Samb rispetto a quella dello scorso anno?
La differenza la porta il fatto che abbiamo due punte, in mezzo al campo le caratteristiche saranno quelle dello scorso anno. Con Maxi e Nocciolini si può variare, puoi pensare ad un gioco di posizione o ad un gioco diretto se l’avversario ti viene a pressare quindi sarà importante il gioco sulle fasce perchè in area avremo due calciatori che sanno far male. Inoltre lo scorso anno lavoravamo per il 70% degli allenamenti sulla fase offensiva e 30% quella difensiva, ho detto ai miei collaboratori che dobbiamo diminuire queste differenze e migliorare la fase difensiva”.

Maxi Lopez ha 36 anni, come lo gestirà?
“Maxi conosce il suo fisico e a me mi piace avere un rapporto diretto con i giocatori, dopo i 30 anni una botta la smaltisci in 3 giorni, a 20 anni in un’ora. Sarà lui che mi dirà come si sente, non ci saranno problemi”.

 

 

Commenti

comments