Come cambia la Samb con Colantuono

Stefano Colantuono

Il rientro di Stefano Colantuono alla Sambenedettese si avvicina, l’ex difensore rossoblù ha ormai raggiunto l’accordo con il patron Serafino per un contratto quinquennale.
Una figura rappresentativa che entrerà nella Samb con un ruolo molto importante, si perchè l’intento del patron del club è quello di avere un uomo calcisticamente conosciuto e carismatico, che possa essere al di sopra di tutte le varie macroaree della società coordinandole.

La paura sollevata da qualcuno è quella di una figura scomodo per Paolo Montero, ma non c’è la volontà da parte di Stefano Colantuono di sedersi sulla panchina della Samb, il nuovo ruolo lo entusiasma. Da sottolineare anche l’entusiasmo creato da questa notizia nella piazza di San Benedetto, anche perchè una delle pecche del club negli ultimi 20 anni è stata proprio la pochezza dirigenziale, cosa che non era migliorata neppure nell’era Fedeli. Con l’imprenditore di Cascia spesso era stata messa in discussione proprio la gestione che i dirigenti e la proprietà facevano dei momenti delicati che capitano nell’arco di una stagione.

Colantuono in settimana verrà ufficializzato probabilmente come responsabile dell’area tecnica, da capire anche se ci sarà la possibilità di qualche addio a livello dirigenziale poichè con lui il DG Cinciripini, Pedro Pasculli, Pietro Fusco, il nuovo team manager Nazario Pignotti sono davvero tante le figure all’interno della Samb.

Commenti

comments