Conosciamo meglio Mawuli Eklu Shaka

Mawuli Shaka Eklu

A chi pensa che la Sambenedettese con Mawuli abbia preso un medianaccio fisico di centrocampo si sbaglia di grosso, basta vedere alcune immagini e la sua storia calcistica.
Arrivato in Italia nel 2013 dal Ghana viene tesserato dal Serino, in Promozione campana, una serie non adatta al giocatore che dopo pochi mesi è già nella Primavera della Spal. Si presenta in maniera pazzesca, 4 partite giocate, ben 3 gol ed un assist, la squadra di Ferrara vola al secondo posto del Girone A.

Quello che stupisce gli addetti ai lavori è che Eklu, nonostante i 185 centimetri, non è il classico mediano macchinoso, tutto fisico e poca tecnica, ma bensì ha gioco di gambe ed un’ottima tecnica oltre alla capacità di inserimento in area.
Il salto con i “grandi” non è traumatico per Mawuli che girato in prestito al Fano diventa subito un leader del centrocampo, chiuderà la prima stagione in C con 31 presenze e 2 gol. Nel campionato 2018/19 è il Catanzaro, con ambizioni di vertice, che lo preleva. In Calabria credono poco in lui ma nonostante tutto lui fa bene, 19 partite, di cui solo 2 da titolare, 2 reti e 3 assist. La scorsa stagione è sicuramente la più sfortunata, prima sei mesi nella A slovacca, senza praticamente scendere in campo, poi un buon girone di ritorno della Serie C a Ravenna prima dell’interruzione per il Covid e la retrocessione dei romagnoli.

Ecco un video che mette in mostra le caratteristiche del centrocampista ghanese

Commenti

comments