La Samb trasuda tecnica, ma dietro…

Nocciolini in azione

Non ha sfigurato la Sambenedettese nell’amichevole di ieri contro la Roma disputata al centro sportivo di “Trigoria”. Un 4-2 finale che ci sta, vista la differenza di due categorie, ma che comunque va analizzato in ogni suo aspetto.
L’atteggiamento che Paolo Montero vuole dai suoi è chiaro, difesa alta, aggressione alta ed una Samb devota all’attacco. Tra l’altro anche nella passata stagione i rossoblù avevano iniziato in questa maniera salvo poi modificare qualcosa a campionato in corso, quando sono arrivate le difficoltà.

Quello che si evince dalle prime uscite è che la Samb ha tecnica, riesce a gestire il pallone ed ha elementi dal piede educato: Cachon, Maxi Lopez, Occhiato, Angiulli e su tutti Ruben Botta stanno dimostrando tutte le loro qualità. Nel 4-2-4 le armi offensive sono tante, l’idea di gioco è interessante ma qualcosa finora non sta riuscendo.
La Samb sembra mancare di equilibrio, ieri con delle semplici ripartenze la Roma si è trovata spesso con grandi praterie e solo una posizione avanzata del portiere Nobile ha evitato un passivo peggiore. Montero deve lavorare su questo equilibrio, sull’uso corretto della linea difensiva, del resto i numeri di queste amichevoli parlano chiaro, tanti gol presi, solo il Matelica non ha fatto male alla Samb. Se il mister uruguagio ed i suoi ragazzi riusciranno a migliorare questo aspetto può essere davvero un’idea di calcio importante.

Commenti

comments