Questa Samb ha un errore di fondo

Seconda sconfitta stagionale in campionato per la Samb di Paolo Montero, il Modena espugna il “Riviera delle Palme” e ridimensiona le ambizioni della compagine rossoblù.
Un prestazione opaca di Maxi Lopez e compagni che nonostante ci mettano impegno e grinta sembrano alle prese con un errore di concetto nella manovra.

Dopo sette partite di campionato ed una di coppa è tempo di una prima analisi sul gioco espresso. La pecca di questa Sambenedettese è chiaramente l’inutilizzo delle corsie laterali, lo dicono le statistiche e basta vedere una partita per rendersene conto. Ieri nei primi 45′ Liporace non è mai arrivato sul fondo, Lavilla una sola volta crossando e colpendo un palo. In compenso Botta e Bacio Terracino si sono spesso andati ad imbottigliare centralmente, risultato pessimo, molti palloni persi e nessuno giocabile per Maxi Lopez.

Ok, i terzini non spingono sugli esterni, ma neppure e centrocampo qualcuno si allarga, ed è incredibile come l’idea di gioco di Paolo Montero sia passata da un attacco a 3 con esterni come Frediani e Orlando, ad un nuovo modo di fare calcio senza sfruttare le corsie. La Samb è prevedibile, Botta viene raddoppiato, Maxi sembra un leone in gabbia, ed ogni volta che qualcuno affronta i rossoblù difendendosi con ordine la partita si fa molto complicata.

Va anche detto che in rosa non ci sono proprio tutti questi esterni, a sinistra se non c’è Liporace tocca ad Enrici che, nascendo centrale, non ha nella sua indole la spinta. A destra Scrugli è molto composto, non ama il rischio, Lavilla ci prova di più ad arrivare sul fondo. Passando in avanti invece c’è un vuoto. Finora abbiamo visto tutti giocare centralmente, anche Bacio Terracino ieri è stato utilizzato da secondo trequartista vicino a Botta. L’idea di Montero sembra essere questa, sinceramente i numeri ed il gioco espresso gli stanno dando torto fino a questo momento.

Commenti

comments