Un gol per tempo tra Samb e Perugia

Sambenedettese: Nobile, D’Ambrosio, Enrici, Di Pasquale, Botta, DAngelo (Nocciolini al 61’) Shaka Mawuli, Angiulli, Scrugli (Biondi al 90’),

Lescano (Bacio Terracino al 61’) Liporace (Malotti al 71’).

Perugia: Fulignati, Rosi, Favalli, Sgarbi, Monaco, Melchiorri, Dragomir, Murano (Bianchimano al 64’), Sounas ( Falzerano al 73’) Moscati

( Vanbaleghem al 89’) Cancellotti.

Reti: Botta al 20’, Melchiorri al 38’.

Ammoniti: Scrugli al 34’, Angiulli al 70’

Calci d’angolo: 5 a 2 per il Perugia.

Termina con un pareggio il big match della nona giornata di campionato. Al rigore di Botta risponde l’ex di turno Melchiorri che di testa trafigge l’incolpevole Nobile su perfetto cross dalla sinistra di Sounas. Un 1 a 1 che rispecchia il gioco espresso dalle due formazioni che hanno giocato a specchio, entrambe con un 3 5 2. Secondo pari conseguito dai rossoblù  dell’esordiente  mister Zironelli al Riviera delle Palme. Il Perugia, reduce da quattro vittorie consecutive, si è dimostrata una compagine attrezzata per disputare un campionato da protagonista. Molti dei suo uomini sono esperti, di notevole spessore tecnico  e con un modulo di gioco già collaudato. Ha sempre realizzato almeno una rete nelle  prime otto gare di campionato e non si è smentito neanche al Riviera con il suo bomber Melchiorri.  Di contro la Samb, con in panchina il nuovo tecnico, sta proponendo, con sempre più efficacia, il cambio di modulo già visto in quel di Bolzano: un 3 5 2 imposto da Zironelli che, in definitiva, sembra risultare più  incisivo e adeguato agli uomini che ha a disposizione. Tuttavia le manovre della Samb non sembrano ancora del tutto fluide soprattutto sulle fasce dove sia a destra con Scrugli che a sinistra con Liporace evidenzia  che c’è ancora tanto margine di miglioramento. Angiulli, che ha colpito un clamoroso palo alla mezz’ora del primo tempo, al centro si dimostra sempre più sicuro così come il talentuoso Shaka Mawuli sulla sua destra e D’Angelo sulla sinistra.
Botta, impiegato più come seconda punta che trequartista migliora sempre più anche sotto il profilo atletico. Mister Zironelli ha dichiarato vuole vederlo più vicino alla porta e così lo ha schierato, anche se, in più di una circostanza è dovuto giocoforza tornare a centrocampo per prendere palla. Una Samb che, piano piano, sta trovando la quadratura del cerchio. Ora la squadra sembra essere molto più compatta ed equilibrata rispetto a quella vista nelle precedenti gare. Il lavoro di mister Zironelli si sta vedendo cosi come si intravede maggiore  consapevolezza dei singoli a beneficio di una manovra corale più propositiva. Dopo il rigore di Botta decretato per fallo di Sgarbi su Shaka Mawuli, a seguito di una azione sulla fascia sinistra con conseguente cross di Liporace, la squadra rossoblu poteva raddoppiare con un tiro dalla distanza di Angiulli che sfortunatamente si è stampato sul palo. Certamente l’ipotetico doppio vantaggio avrebbe consentito una più tranquilla gestione dell’incontro, ma non bisogna disconoscere il gioco espresso dalla squadra umbra che al 38’ con il solito Melchiorri si è portata in parità. Un risultato tutto sommato giusto che premia la mole di lavoro espresse da entrambi le contendenti. Ora il Perugia è atteso da due impegni difficili e ravvicinati: nel turno infrasettimanale al Curi con il Padova e dalla successiva trasferta di Carpi.
La Samb in quel di Arezzo, mercoledì, e con la Vis Pesaro nella successiva gara al Riviera. Saranno due gare utili ai rossoblù per crescere ancora e soprattutto per cercare una vittoria che manca da troppo tempo.

Maurizio Tancredi

Commenti

comments