Ritratto di Giovanni Improta, “il Baronetto di Posillipo”

Giovanni Improta

La Samb ha un nuovo responsabile dell’area tecnica, è Giovanni Improta il quale arrivo è stato ufficializzato dal patron Serafino nel pomeriggio. Cerchiamo dunque di saperne qualcosa in più dell’uomo che ha preso il posto del suo Colantuono-Fusco.

Ex calciatore professionista Improta nasce a Napoli Nel 1948. Nel quartiere di Posillipo è uno dei ragazzi più talentuosi tanto da essere soprannominato il “Baronetto di Posillipo”. La sua carriera da calciatore è di tutto rispetto con 5 stagioni nel Napoli (dove cresce calcisticamente) e 4 nel Catanzaro, città dove viene ricordato con affetto per quanto dato calcisticamente. Un suo trasferimento alla Sampdoria portò addirittura a delle proteste a Napoli con scontri tra tifosi e polizia.

Appese le scarpette al chiodo inizia una carriera ricca di colpi di cambiamenti. E’ allenatore dal 1990 al 1998 nelle serie minori, poi dopo 3 anni come Presidente della FIGC Campania la sua carriera svolta verso incarichi dirigenziali nei club. DG del Catanzaro nel 2007/08, nel 2013 è consigliere del presidente della Juve Stabia Manniello, e proprio con le vespe vive un’esperienza di ben 7 anni condita da una splendida promozione in Serie B. Della Juve Stabia è addirittura amministratore delegato nell’ultimissimo periodo, per la precisione fino all’estate 2020, non riuscirà nel sogno di riportare Fabio Quagliarella a chiudere la carriera con i gialloblù. Serafino lo convince ad una nuova avventura, il prossimo 22 gennaio compirà 72 anni.

Commenti

comments