La Fiorentina, le magie a Cittadella e Venezia e quel sinistro che canta: gli occhi su Bellazzini

“Se dobbiamo prendere qualcuno, dovrà essere un valore aggiunto”. Parole chiare quelle di Sandro Federico, che va (giustamente) dritto per la sua strada. Senza pensare che un centravanti vada acquistato per forza, soprattutto ora che in giro di appetibile è rimasto per poco, con condizioni fisiche spesso approssimative.

Ecco quindi che un profilo giusto per la Samb potrebbe avere il volto di Tommaso Bellazzini, trequartista/esterno d’attacco, che può giocare anche da seconda punta. Mica male. A sinistra ma soprattutto a destra, pronto a far cantare quel mancino tutto talento e sregolatezza.

Classe ’87, Bellazzini è cresciuto nel settore giovanile della Fiorentina, prima di girare l’Italia in cerca di un’esplosione definitiva che, anche a causa di qualche incidente di percorso, non è mai arrivata. Le cose migliori le ha fatte a Cittadella (12 gol in Serie B) e Venezia (9 reti due stagioni fa in Lega Pro), dove ha messo in mostra tutte le sue qualità.

L’anno scorso a Pavia 13 presenze e 3 gol, in una stagione condizionata da infortuni. Ora Bellazzini sta bene, ma è rimasto svincolato per aspettare l’occasione giusta. Vuole scegliere bene il ragazzo, un pò come la Samb: ecco perchè le due strade potrebbero anche incrociarsi.

Il ds Federico gli ha messo gli occhi addosso e chissà che anche il Riviera non potrà innamorarsi di quel mancino…

PER VEDERE LA CARRIERA CLICCA QUI

Commenti

comments