Analisi del pre-campionato: ecco cosa funziona e cosa va migliorato

Ormai ci siamo sono appena 10 i giorni che, salvo scioperi, ci separano dall’inizio del campionato. Cominciamo col dire che abbiamo vissuto un’estate forse mai ricordata negli ultimi 20 anni. Una Samb ultimata già a fine luglio ed in grado di svolgere in totale tranquillità tutto il ritiro estivo è qualcosa di nuovo dopo anni ed anni difficili.

Questo ci ha permesso di poter analizzare l’organico, le scelte del mister, le idee tattiche della nuova Samb. Analizziamo alcuni aspetti:

DUBBI A CENTROCAMPO
Bisogna trovare la quadratura del cerchio in mezzo al campo. Mister Moriero ha fatto tanti esperimenti nelle amichevoli e nelle gare di Tim Cup soprattutto nella zona nevralgica del terreno di gioco. Esperimenti ovviamente giustificati poichè non solo la Samb ha un nuovo allenatore, ma ha una squadra che è stata modificata per il 70% dei suoi elementi. Per trovare l’assetto giusto ci sono sempre state modifiche in questo settore. Il 4-2-3-1 è uno schema difficile perchè prevede compiti speciali per i due uomini davanti alla difesa. Moriero ha ruotato un pò tutti i giocatori a disposizione in queste due posizioni, prima Bacinovic-Di Cecco, poi sono stati inseriti Gelonese e Damonte. Gli ultimi 10 giorni prima del match col Modena sveleranno le intenzioni del mister pugliese.

AMPIA SCELTA SUGLI ESTERNI
Quello che è subito balzato all’occhio è che Moriero avrà davvero l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda gli esterni d’attacco. Di Massimo, Valente ed Esposito hanno chiaramente fatto vedere che sono già in forma campionato, Troianiello fatica di più ma ovviamente è arrivato dopo e deve ancora trovare la condizione ma comunque restano 4 scelte notevoli per 2 posti, spesso la Samb potrà pescare il jolly anche a gara in corso visto che qualcuno di questi subentrerà nella ripresa.

ARIDITA’ COME STA? TOMI E’ UN LEADER
Passando infine al pacchetto arretrato possiamo dire che la certezza è quella rappresentata dal nuovo terzino sinistro Giovanni Tomi. Non solo un gran gol in queste prime uscite ma tanta corsa e tanta qualità, è già un leader di questa Samb. Desta qualche preoccupazione l’assenza nelle varie partite di Aridità alle prese con un paio di acciacchi che vengono trascinati dal finale di campionato, lui è fondamentale per la Samb ed ovviamente questo un pò tiene col fiato sospeso. Per quanto riguarda i centrali sono tanti e sono di categoria anche qui starà a Moriero scegliere i due che dovranno partire con l’etichetta di “titolari” anche se poi ovviamente il passare delle giornate e le prestazioni definiranno le gerarchie.

INFINE LE PUNTE
E’ l’incognita maggiore perchè Miracoli è arrivato da poco e deve ancora integrarsi mentre Sorrentino ormai è un “veterano” a San Benedetto, nonostante la giovane età. Negli anni passati l’attaccante romano è sempre partito come riserva salvo poi ritagliarsi il posto da titolare, vedremo cosa accadrà quest’anno, di certo una sana rivalità non può che far bene e gli assist dagli esterni non mancheranno.

 

Commenti

comments