Roselli e l’espulsione di Imola: “Puro istinto, mi successe anche a Cosenza”

Durante la conferenza stampa odierna, mister Giorgio Roselli ha spiegato la sua espulsione nel finale di match contro l’Imolese:

Ho visto il guardalinee fermo, quindi per me non era gol. Vedo l’arbitro che indica una punizione, i giocatori dell’Imolese ad esultare e i miei che non sapevano cosa era successo. Questo mi ha fatto scattare in campo, è stato instintivo. Mi è successa una cosa simile quando allenavo il Cosenza: un mio calciatore fece fallo in area su un avversario a gioco fermo e l’arbitro decise di dare rigore e cartellino rosso. 

A quel punto entrai in campo come a Imola e presi il rosso. Dissi subito all’arbitro che non si poteva dare rigore a gioco fermo e infatti poi cambiò idea sulla sua decisione. Ormai è acqua passata, l’importante è aver evitato la squalifica”.

Commenti

comments