Arbitri scarsi, campi impresentabili e molto altro: Samb, questa è la Serie D!

Samb

Una semplice lettura, Lega Nazionale Dilettanti. Basta la denominazione della categoria per spiegare molto sulla stagione della Samb.

Dilettanti come diversi giocatori non adatti ad indossare la maglia rossoblù (infatti è stata rivoluzione sul mercato invernale e si continuerà in estate) e certe terne arbitrali protagoniste di decisioni davvero surreali stile Castelfidardo. In più mettiamoci campi impresentabili e squadre che pensano più a buttarla sulla lotta fisica che a giocare il pallone.

Questa è in sintesi la Serie D, non a caso definita “l’inferno del calcio” dalla maggior parte degli addetti ai lavori. La stessa Samb nel 2016 ci mise 7 lunghissimi anni prima di uscire dalle sabbie mobili e tornare a respirare aria di professionismo grazie alla netta vittoria del campionato della banda Palladini con ben 4 giornate d’anticipo.

Questa volta serve farlo subito, ripetere stagioni del genere sarebbe l’ennesima tortura per un popolo che vuole smettere di leccarsi le ferite soprattutto in vista del Centenario: non sarebbe giusto festeggiarlo così in basso e farebbe male, malissimo!

Commenti

comments