Mosconi altro doppio ex: “Mi piacerebbe tornare alla Samb, a Tolentino sarà dura”

Mosconi

Andrea Mosconi, attuale allenatore del Fano e altro doppio ex di Tolentino-Samb, parla della sfida di domenica allo stadio della Vittoria:

“Un pezzo del mio cuore è diviso tra Tolentino e Samb. I miei numeri a San Benedetto sono eloquenti con 50 partite e solo quattro sconfitte, ma ho ancora un cruccio. Sono sicuro che doveva finire diversamente la mia storia a San Benedetto. Giocavamo sempre all’attacco, mi rivedevo molto nella mentalità dei tifosi visto che a loro piace una squadra mai remissiva. Ringrazierò sempre il ds Arcipreti che mi diede la possibilità di venire a San Benedetto, abbiamo vinto un campionato di Eccellenza giocando un calcio arrembante. L’anno successivo sono rimasto male dall’atteggiamento dei giocatori, con un po’ di pazienza saremmo arrivati lontano. Mi piacerebbe ritornare alla Samb per una rivincita, ma sto bene ora al Fano dove i tifosi mi amano”.

Mosconi prova a spiegare i problemi rossoblù:

“Dall’esterno non è facile dirlo. La Samb è forte, ma vedo che non ci sono sinergie tra le varie componenti e ci si disgrega invece di compattarsi. Un peccato perchè San Benedetto ha tutto per sognare. Un pronostico sul match? Sarà una gara dove la Samb non deve sbagliare ed il Tolentino non ha nulla da perdere. I rossoblù attaccheranno, ma  cremisi possono far male con le ripartenze dei propri giovani”.

Commenti

comments