Renzi apre alla cordata laziale, ma la Samb sembra invendibile: scenario e piano B

Renzi

Roberto Renzi inizia ad aprire alla possibilità di cedere la Samb, ma purtroppo al momento non arrivano grandi notizie nemmeno in questo senso.

Gli unici contatti infatti sono con la già citata cordata laziale (LEGGI QUI), che sta attendendo una risposta alla propria manifestazione d’interesse per fissare un incontro con lo stesso Renzi e provare ad intavolare una trattativa.

Il gruppo in questione è formato da un agente di calciatori e due imprenditori capitolini (nomi ancora top secret), ai quali l’attuale presidente rossoblù avrebbe riferito di essere disposto a parlarne ma solo a determinate condizioni.

Ma come farà Renzi a fissare delle condizioni di vendita con una situazione drammatica sia dal punto di vista sportivo che economico ed un’esposizione debitoria in costante aumento (si parla in proiezione di più di 1,5 milioni di euro)? Cosa rileverebbe (oltre ai debiti appunto) il potenziale acquirente con un club che non ha strutture/calciatori di proprietà e un settore giovanile allo sbando?

Aspetti fondamentali che naturalmente scoraggiano anche Rapullino e Massi, i due imprenditori caldeggiati dalla piazza per un futuro roseo che ad oggi non possono muovere passi concreti visto lo scenario appena descritto: meglio ripartire da zero utilizzando un altro titolo sportivo? Un piano B che potrebbe presto prendere forma…

Commenti

comments