Serie D 2023-2024, alle ore 18 scadono i termini iscrizione: situazione e scenari

Serie D

Alle ore 18 di oggi (venerdì 14 luglio) scadono i termini per l’iscrizione al campionato Serie D 2023-2024 e in città tutti si chiedono cosa accadrà.

La San Benedetto Calcio di Massi ha inoltrato tutte le documentazioni già da alcuni giorni, mentre la Samb di Renzi ad ora non ha presentato nulla e, come riportato dal Corriere Adriatico, i segnali sono tutti riconducibili ad una mancata iscrizione.

Mercoledì un gruppo di imprenditori pugliesi, intenzionati a rilevare la Samb senza far effettuare una diligence, ha tentato disperatamente di convincere i tesserati a trattare i rimborsi spese pendenti dietro rilascio delle liberatorie. Ma il no dei calciatori ed il rifiuto del sindaco Spazzafumo nel concedere il Riviera delle Palme hanno convinto i presunti acquirenti ad abbandonare l’idea. Stasera alle 18, comunque, si saprà finalmente quello che potrà essere il destino della Samb di Renzi.

Se il club rossoblù non presenterà assolutamente nulla, sarà ufficialmente fuori dal prossimo campionato di Serie D. Se invece esibirà solo la domanda di iscrizione e risulterà inadempiente su altre certificazioni (liberatorie, lodi arbitrali, fideiussione bancaria, tassa d’iscrizione e documentazione per l’utilizzo di uno stadio diverso dal Riviera delle Palme), la Samb avrà tempo sino alle ore 20 del 24 luglio per sanare tutte le inadempienze allegando anche un ricorso alla Covisod, pur incorrendo nell’illecito disciplinare con pena di mille euro di ammenda per ciascuna inadempienza.

Poi la Covisod esprimerà il suo parere entro il 27 luglio che girerà al Consiglio direttivo LND, il quale a sua volta deciderà sul dentro o fuori: la resa dei conti, insomma, sta per iniziare…

 

Commenti

comments