Campionato nazionale Beach Soccer U20: Lamezia travolge la Samb e sogna le finali di Genova

Samb

Viareggio, 07 giugno 2024 – Al Matteo Valenti Beach Stadium si è disputata una sfida ad alta tensione tra ICR Lamezia e Happy Car Sambenedettese, valida per il Campionato Nazionale Under 20 di Beach Soccer.

La Samb è scesa in campo con la storica tenuta rossoblu vintage del 2013, mentre i vice campioni d’Italia del Lamezia si sono presentati in una completa divisa verde. La posta in gioco era alta: la vittoria avrebbe garantito alla Samb l’accesso alla fase finale di Genova.

Appena il tempo di avviare il cronometro, che il Lamezia passa subito in vantaggio con un fulmineo gol di Perri dopo appena 25 secondi, mettendo immediatamente sotto pressione la squadra rossoblu. Nonostante i tentativi di organizzarsi, i giovani della Samb subiscono un secondo colpo da Perri, che raddoppia portando il punteggio sul 2-0.
I ragazzi della Samb mostrano segni di stanchezza e poca concentrazione, e al minuto 8 un tiro di Schirripa sorprende il portiere Giordani, infilando la palla sotto le sue gambe per il 3-0. Il Lamezia, galvanizzato, continua a dominare e Perri firma la sua tripletta personale con un gol di classe, lasciando il portiere Giordani senza possibilità di intervento. Sul finire del primo tempo, un guizzo del numero 9 rossoblu De Baptistis riduce le distanze: 4-1.

Nel secondo tempo, il ritmo rimane serrato ma la Samb fatica a creare occasioni pericolose. Al minuto 10, D’Angelo trova finalmente il gol del 4-2, riaccendendo le speranze rossoblu. Tuttavia, l’entusiasmo viene smorzato da Muraca, che al 10° minuto ristabilisce il margine di tre reti. Il secondo tempo si chiude sul 5-2, con poche azioni degne di nota, se non un palo colpito da Giordani.

Nel terzo tempo, la Samb tenta l’impossibile ma il Lamezia continua il suo show. Perri, con una giocata magistrale, firma il suo quarto gol portando il punteggio sul 6-2. Un minuto dopo, è Gherrero ad aggiungere un’altra rete, siglando un pesante 7-2. La Samb, benché volenterosa, non riesce a ribaltare la situazione. Un’altra bella giocata di D’Angelo fissa il punteggio sul 7-3, ma è troppo tardi per sperare in una rimonta.

Nei minuti di recupero, la Samb ottiene un rigore con Onori, che trasforma con precisione per il definitivo 7-4. Il triplice fischio finale sancisce la vittoria del Lamezia, che dimostra una superiorità sia fisica che tecnica, rinviando i sogni di gloria della Sambenedettese.

Commenti

comments